Rissa con feriti al tribunale Milano dopo sentenza per pedofilia

tribunale14 mar. – Dopo la sentenza di un processo d’appello con al centro un caso di pedofilia e’ scoppiata la rissa tra i familiari delle parti coinvolte al primo piano del palazzo di giustizia di Milano. Alcune persone sono rimaste contuse e portate in ospedale per essere medicate. Sono intervenute quattro volanti della polizia, oltre ai carabinieri del palazzo di giustizia per placare la lite e identificare i protagonisti che, per il momento, non sono stati denunciati.

Le urla dei partecipanti alla rissa sono state avvertite distintamente anche ai piani superiori del tribunale. “Ho sentito delle urla che mi hanno fatto pensare a una manifestazione sportiva o alla tipica esultanza degli avvocati dopo il giuramento. Invece era una rissa in cui una ventina di persone, dieci per parte, se le davano di santa ragione”. Cosi’ l’avvocato civilista Federico Zerilli racconta quanto avvenuto stasera nel Palazzo di Giustizia di Milano quando, dopo la sentenza di un processo con al centro il reato di pedofilio, si e’ scatenato il putiferio. Zerilli stava seguendo un convegno in un’aula vicina a quella dove e’ avvenuta la maxi – lite.
“I primi a intervenire – prosegue Zerilli – sono stati i ragazzi addetti alla sicurezza all’ingresso del Palazzo. Sono stati bravissimi, sembravano dei placcatori professionisti. Io, un altro avvocato e il pg gli abbiamo dato una mano a dividere le fazioni. Le fazioni erano formate dai parenti delle parti, quelli piu’ facinorosi erano i parenti dell’uomo che e’ stato condannato, accusavano gli altri di essere dei pregiudicati”.
(AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -