Camusso: “cancellare la Bossi-Fini e cambiare norme su richiedenti asilo”

camussoPalermo, 14 mar. – “Ho la sensazione che nel nostro Paese le politiche discriminatorie nei confronti degli immigrati crescano di giorno in giorno. Si diffonde sempre piu’ l’idea che in una condizione di crisi, di fronte a un aumento della disoccupazione, se andassero via forse sarebbe meglio”.

Cosi’ la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, intervenendo al quindicesimo congresso provinciale del sindacato a Palermo. Camusso ha ribadito la necessita’ di “cancellare la Bossi-Fini e di avere regole certe per l’immigrazione, cambiando anche le norme sui richiedenti asilo” .



   

 

 

3 Commenti per “Camusso: “cancellare la Bossi-Fini e cambiare norme su richiedenti asilo””

  1. Ma tu che cosa cacchio centri con la legge Bossi-Fini? Pensa a fare quello che ti compete…quello di tutelare lavoratori e pensionati…e non andarte a braccetto
    con il Boia Monti!!!

  2. Certo che sarebbe meglio. E non solo per la disoccupazione, ma proprio per la vita sociale nazionale opacata dalla loro orrenda presenza.

  3. Camusso ha commesso un errore madornale. Non è vero che si diffonde sempre piu’ l’idea che in una condizione di crisi, di fronte a un aumento della disoccupazione, se andassero via forse sarebbe meglio. Si diffonde sempre piu’ l’idea che in una condizione di crisi, di fronte a un aumento della disoccupazione, se LI SI CACCIASSE via sarebbe CERTAMENTE meglio. Solo che agli amati despoti par suo, di quello che pensa la gente interessa men che niente. Camusso, levati dei piedi che ci guadagnamo tutti. O stai giusto aspettando che venga il tuo turno di diventare dirigente di partito, o presidente della camera, o sindaco di qualche grande città o alto dirigente in chissà quale ente pubblico del quale, ovviamente, non capiresti nulla a parte contare i soldi incassati mese per mese?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -