Bankitalia: continua a crescere il debito pubblico, a gennaio 2.089,5 miliardi

debito

14 mar – – Il debito pubblico torna a salire a gennaio di 20,5 miliardi di euro, a 2.089,5 miliardi, a fronte dei 2.068,9 miliardi di fine 2013. E’ quanto emerge dal Supplemento al Bollettino statistico ‘Finanza pubblica, fabbisogno e debito’ della Banca d’Italia.

L’incremento, sottolinea via Nazionale, è dovuto essenzialmente all’aumento (20,3 miliardi) delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a fine gennaio a 57,9 miliardi (68,1 a gennaio del 2013). Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 18,9 miliardi, quello delle Amministrazioni locali è aumentato di 1,5 miliardi e quello degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato.

A gennaio 2013 il monte del debito era stato pari a 2.023,5 miliardi.

ENTRATE TRIBUTARIE STABILI. Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari in gennaio a 31,0 miliardi, in linea col valore registrato nello stesso mese del 2013 (30,8 miliardi). Lo rileva la Banca d’Italia, sottolineando che “va ricordato che la significatività dei dati del mese di gennaio è limitata da disomogeneità nei tempi e nelle modalità di contabilizzazione di alcune entrate (la difformità temporale riguarda prevalentemente anticipi/slittamenti fra i mesi di dicembre e di gennaio)”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -