Bce senza mezzi termini: nessun progresso in Italia su deficit e debito

draghi

 

13 mar – La Banca centrale europea (Bce) sollecita l’Italia ad intervenire per riportare la dinamica del debito pubblico “su un percorso discendente”. Lo si legge nel bollettino mensile di Francoforte che lamenta l’assenza di “progressi tangibili” sul raggiungimento dell’obiettivo di medio termine, cioè un “bilancio strutturale in pareggio nel 2014” e il rispetto del criterio di riduzione del debito durante la fase di transizione prevista dal nuovo Patto di stabilità europeo, il Fiscal compact.

“La raccomandazione della Commissione [europea] del novembre 2013 indicava la necessità di ulteriori misure di risanamento per assicurare l’osservanza del Patto di stabilità e crescita”, ricorda la Bce.

“Finora, tuttavia, non sono stati compiuti progressi tangibili per quanto riguarda la raccomandazione della Commissione”, è scritto nel Bollettino mensile.

“In prospettiva, è importante effettuare i necessari interventi affinché siano soddisfatti i requisiti previsti dal meccanismo preventivo del Patto di stabilità e crescita, soprattutto per quanto riguarda la riconduzione del rapporto debito/Pil su un percorso discendente, come segnalato anche di recente dalla Commissione europea nel contesto dell’esame approfondito sull’Italia”, prosegue la Bce.

La Commissione europea ha retrocesso l’Italia nel club dei Paesi con “squilibri macroeconomici eccessivi”, assieme a Croazia e Slovenia. REUTERS



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -