Altri guai per De Benedetti: disastro ambientale, gip chiude la centrale di Vado Ligure

debene

11 mar – Guai senza fine per la famiglia De Benedetti. Il Gip del tribunale di Savona, Fiorenza Giorgi, ha accolto la richiesta della Procura di sequestrare la centrale elettrica a carbone Tirreno Power di Vado Ligure (di cui Sorgenia che fa capo a Cir  – De Benedetti – detiene il 39%).

Il gip del tribunale di Savona ha disposto il sequestro della centrale termoelettrica accogliendo la richiesta del pm Francantonio Granero.
Ipotizzati i reati di disastro ambientale e omicidio colposo per le emissioni dell’impianto dal 2000 al 2006. Risultano indagati l’ex direttore generale Giovanni Gusio e il direttore dello stabilimento Pasquale D’Elia. I carabinieri del Noe hanno notificato il sequestro dello stabilimento stamani ai dirigenti di Tirreno Power. La procura ipotizza che dal 2000 al 2006 vi siano stati 442 morti per le emissioni della centrale e fino a 2000 ricoveri correlati. Le operazioni di spegnimento riguardano i due gruppi a carbone e richiederanno circa 26 ore.
La relazione in base alla quale e’ stato disposto lo spegnimento e’ stata realizzata dall’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale del Ministero dell’Ambiente. Una perizia e’ stata effettuata anche dai tecnici incaricati dalla stessa procura di Savona.(AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -