Usa, la Cia accusata di spiare i membri del Congresso americano

cia5 mar – La Cia avrebbe spiato e tenuto sotto controllo i membri della commissione Intelligence del Senato che stavano lavorando a un documento sui metodi di detenzione e di interrogatorio usati dell’agenzia americana: come riporta il New York Times l’accusa è stato mossa dagli stessi membri del Congresso che sottolineano come gli agenti abbiano monitorato i senatori senza rispettare le leggi.

Per questo motivo l’ispettore generale della Cia, David Buckley, ha deciso di disporre un’inchiesta per far chiarezza sulla questione. Secondo alcuni senatori l’agenzia di intelligence avrebbe controllato i computer usati dai senatori per la loro inchiesta. Il rapporto del comitato sui metodi di interrogatorio della Cia – che hanno subito grandi cambiamenti dopo l’11 settembre 2001 e la minaccia del terrorismo – è durato quattro anni, è di oltre 6.000 pagine ed è costato 40 milioni di dollari. tmnews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -