Russia: trattative per nuove basi militari all’estero, tra cui Cuba

Ïðåçèäåíò ÐÔ Âëàäèìèð Ïóòèí â öåëîì óäîâëåòâîðåí íà÷àâøèìñÿ äèàëîãîì ñ ïðåäñåäàòåëåì Ãîñóäàðñòâåííîãî ñîâåòà è ïðàâèòåëüñòâà Êóáû Ôèäåëåì Êàñòðî Ðóñ.

 

Mosca, 27 feb. – La Russia ha in programma di espandere la sua presenza militare permanente all’estero, creando delle basi in diversi Paesi, tra cui Vietnam, Cuba, Venezuela, Nicaragua, Seychelles e Singapore. Lo ha fatto sapere il ministro della Difesa, Serghei Shoigu, come riporta l’agenzia Ria Novosti.

“I colloqui sono in corso, stiamo siglando documenti importanti”, ha dichiarato ai giornalisti a Mosca, aggiungendo che i negoziati non riguardano solo le basi militari, ma anche visite ai porti in questi Paesi a condizioni favorevoli e l’apertura di siti di rifornimento per i bombardieri strategici in pattugliamento. Mosca ha una sola base navale fuori dall’ex Unione Sovietica: a Tartus, in Siria, dove e’ pero’ ancora in corso la guerra civile. Nel 2002, sono state chiuse per motivi finanziari la base navale in Vietnam e quella radar a Cuba. La Russia ha rilanciato la marina e l’aviazione militari a partire da meta’ degli anni 2000 per proteggere i suoi interessi nazionali nel mondo e proiettare la sua immagine di rinnovata potenza all’estero. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -