Bankitalia, Visco: Padoan viene dall’Ocse, sa quello che deve fare

visco24 febbr – “Nessuno ha la bacchetta magica. Prima di tutto vanno attuate le riforme già avviate e le decisioni prese, ma se partiamo dall’esigenza fondamentale di innalzare la capacità produttiva e fare gli investimenti, occorre un progetto organico, una prospettiva, una strategia”. E’ quanto ha affermato il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, parlando del Governo Renzi, in una conversazione con La Repubblica, a conclusione del G20 di Sydney.

Riferendosi al neoministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, Visco ha detto: “viene dall’Ocse, proprio lui ha firmato il documento sulla crescita discusso qui nel summit, dunque, come dice il commissario Ue Olli Rehn, sa quel che deve fare“. Poi un’amara considerazione: “è difficile fare le riforme durante una crisi ma poiché purtroppo, quando i tempi suono buoni, l’attenzione dei governi è meno presente, bisogna agire ora”.

Padoan, l’uomo che ha spinto l’Argentina nell’abisso e la Grecia nella fame

Padoan: abbassare i salari, tassare consumi, immobili e successioni

Sul tema delicatissimo dei conti pubblici e sul dibattito a proposito dello sforare o meno il tetto del 3%, Visco si è limitato a citare il collega inglese Osborne che, nel chiuso delle riunioni, ha avvertito: “Non si stimola la crescita distruggendo la finanza pubblica”. tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -