No Tav, proteste a Torino e Milano contro l’accusa di terrorismo

notav22 febbr – Sono in corso a Torino, Chiomonte e a Milano cortei No Tav di protesta contro l’accusa di terrorismo rivolta agli attivisti. Sono partiti a Torino alcuni piccoli gruppi No Tav, diretti in piazza Castello da dove è partito il corteo alle 15. Il traffico in centro è parzialmente bloccato. Gli antagonisti di Askatasuna, Gabrio e centri sociali stanno percorrendo via Madama Cristina. Gli anarchici sono partiti da Porta palazzo e sono arrivati in piazza Castello. Altri due gruppi sono partiti da Porta Susa e piazza Baldissera. Mostrano uno striscione con la scritta: “Una sola grande opera casa e reddito per tutti”.

“In seguito agli arresti di quattro militanti – si legge in un volantino distribuito in piazza Nizza siglato No Tav No sfratti – del movimento no tav con l’accusa di terrorismo e l’ipotetica pena di più di vent’anni di carcere a persona, tutti i solidali e le centinaia di imputati hanno indetto oggi una giornata di mobilitazione che raccoglie in Italia la rabbia e la passione di chi in questi anni sta assistendo al declino morale e sociale del nostro paese”.

A Milano sono circa 500 i militanti No Tav che sono arrivati in piazza XXIV Aprile da tutta la Lombardia per protestare contro la grande opera in concomitanza con le manifestazioni di Torino e Chiomonte. Alla giornata di mobilitazione, preannunciata ieri da slogan e scritte No Tav tracciate sui muri dei Sole 24 Ore, del Corriere, del Giornale, del Giorno e di Radio Deejay, si sono uniti anche gli attivisti No Expo, No Canal e No Tem, il sindacalismo di base, i comitati per la casa e i centri sociali. Il corteo partirà da piazza XXV Aprile, sfilerà lungo parco Sempione, oltrepasserà Cadorna, sfilerà sotto le mura di San Vittore per poi terminare in piazza XXIV Maggio.  tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -