Somalia: estremisti islamici Shebab attaccano palazzo del presidente, ci sono vittime

Shebab

21 febbr – Un kamikaze a bordo di un’autobomba si è scagliato contro il palazzo presidenziale a Mogadiscio questa mattina. Il presidente Hassan Sheikh Mohamud – secondo una fonte delle Nazioni Unite – è rimasto illeso. L’attacco è molto probabilmente opera degli estremisti islamici Shebab, legati ad Al Qaida.

In un messaggio su Twitter, l’inviato speciale per la Somalia delle Nazioni Unite, Nick Kay, ha confermato che Mohamud lo ha appena chiamato per dirgli che è “illeso” e che l’attacco contro “Villa somalia” è fallito. “Purtroppo ci sono morti. Condanno con fermezza questo atto di terrorismo”, ha aggiunto Kay.

Il palazzo presidenziale nella capitale somala, che ospita il governo sostenuto dalla comunità internazionale, è stato colpito dall’autobomba, a cui è seguito un raid di uomini armati, secndo fonti della polizia e testimoni. “C’è stato un grande attacco contro il palazzo presidenziale. Secondo le prime informazioni, un attentatore a bordo di un’autobomba ha colpito la cancellata ed è esploso, poi sono entrati in azione uomini armati di pistole”, ha confermato un poliziotto.

“Le forze di sicurezza stanno contrastando i terroristi che hanno fatto esplodere l’auto… È in corso uno scontro a fuoco. Non abbiamo informazioni sulle vittime, ma ovviamente ce ne sono”, ha aggiunto una fonte di sicurzza sul posto. Secondo un testimone, è in corso uno scontro a fuoco dentro l’area del palazzo, mentre si sentono intensi spari ed eplosioni sporadiche.

(fonte Afp)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -