Schedatura: Di destra e credente, il ritratto dell’omofobo secondo l’Unar

unar21 febbr – Non volevo crederci quando ho letto langone, ma è proprio così.

l’opuscolo “educare alla diversità a scuola” messo a punto dall’istituto a.t.beck – commissionato dall’ufficio anti discriminazioni razziali del dipartimento delle pari opportunità (Gay: i libretti Unar nella scuola, ma il ministero non ne sa nulla!, ndr) – così recita: “Tratti caratteriali, sociali e culturali, come l’età avanzata, la tendenza all’autoritarismo, il grado di religiosità, di ideologia conservatrice, di rigidità mentale, costituiscono fattori importanti da tenere in considerazione nel delineare il ritratto di un individuo omofobo. Come appare evidente, maggiore risulta il grado di ignoranza, di conservatorismo politico e sociale, di cieca credenza nei precetti religiosi, maggiore sarà la probabilità che un individuo abbia un’attitudine omofoba”

L’opuscolo prosegue: “È chiaro inoltre che i tratti qui citati a mero titolo esemplificativo non solo aumentano la possibilità di omofobia in un individuo, ma in generale anche le probabilità che il medesimo individuo coltivi dentro di sé altre forme di pregiudizio”.

Ovviamente, l’individuo a cui fa riferimento l’opuscolo è il maschio. Quindi, cari signori, se siete maschi, conservatori, credenti, un pò ignoranti ed agé sappiate che siete l’incarnazione dell’individuo che ha “un’attitudine omofoba” e che “coltiva dentro di sè altre forme di pregiudizio”.Rregistro che il viceministro guerra ha espresso formalmente una nota di demerito nei confronti del direttore dell’unar marco de giorgi ritenendo che “una materia sensibile come quella dell’educazione alla diversita’ richieda particolare attenzione ai contenuti e al linguaggio. Questa attenzione, quando si parla a nome delle istituzioni, ricade nella responsabilita’ delle autorita’ politiche, che devono pero’ essere emesse nella condizione di esercitarla. Non e’ inoltre accettabile che materiale didattico su questi argomenti sia diffuso fra gli insegnanti da un Ufficio del Dipartimento delle Pari Opportunita’ senza alcun accordo e confronto con il Miur’”.

A quando un ufficio anti-discriminazioni a tutela dei presunti omofobi?

Antonio Maria Leozappa formiche.net



   

 

 

5 Commenti per “Schedatura: Di destra e credente, il ritratto dell’omofobo secondo l’Unar”

  1. Errore! io sono di età avanzata, non ho la tendenza all’autoritarismo, il grado di religiosità è basso, di ideologia moderna, di elasticità mentale, laureato in scienze fisiche, aperto al confronto e sono omofobo, quindi?

    • Non sono d’accordo con l’opuscolo perchè penso che siano i genitori che devono educare i propri figli mentre la scuola deve istruire.
      Per quanto riguarda la tua omofobia, perchè? Non sarebbe bello vedere due persone felici? Che male ci sarebbe? Che male ci sarebbe vedere due persone dello stesso sesso mano nella mano? perchè essere omofobi?
      La gente dovrebbe incominciare a attuare il detto: VIVI E LASCIA VIVERE!!!!

  2. violacandida

    Costringerci ad accettare le pratiche gay equivale a toglierci la libertá di religione in quanto quasi tutte le religioni le cosiderano sbagliate. Denunciamo coloro che vogliono privare i genitori del diritto di educare i propri figli e della libertá di religione non rispettando la Costituzione.

  3. violacandida

    Denunciamo quelli che non rispettano la Costituzione e vogliono togliere ai genitori il diritto di educare i propri figli e la libertá di religione e di pensiero e soprattutto no all’eterofobia.

  4. Fazioso, arrogante e abbastanza sciocco, invece,il ritratto del militante unar

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -