Corte dei Conti: Napoli è fallita. Uno su due non paga né multe né tasse

demagistris

NAPOLI21 fe bbr – – Il governo dei sindaci è ancora fermo ai nastri di partenza. Ma a Napoli c’è già una bomba a orologeria pronta a esplodere. Per la Corte dei Conti la città è fallita e il sindaco Luigi De Magistris, che lunedì scorso salutava l’ex collega Matteo Renzi come “la persona giusta per una svolta nei rapporti tra Napoli e il Governo”, ha invocato un decreto SalvaNapoli: “Fa rabbia anche a chi come me pensa che non si debba andare a Roma con il cappello in mano, che prima Alemanno poi Marino ottengano una legge speciale per la capitale e invece per Napoli ci si giri dall’altra parte”.

Il documento della Corte dei Conti

Evasione senza paragoni. Sotto il Vesuvio, però, la situazione è più complicata anche perché le amministrazioni che si sono succedute negli anni non sono state esenti da gravi colpe. A puntare il dito è la magistrature contabile, che mette nero su bianco “l’incapacità” di riscossione delle imposte dovute: tra il 2009 e il 2011 i tributi propri (dalla Tarsu all’Ici/Imu) e le multe per infrazioni al codice della strada presentano un tasso d’evasione superiore al 50%. Un dato impressionante. repubblica



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -