Buco da 1,8 mld di euro, Sorgenia confida in un accordo sul debito

debened

18 feb. – Sorgenia, “anche alla luce delle trattative in corso, auspica di pervenire alla definizione, in tempi contenuti, dell’accordo di stand still e, conseguentemente, alla riattivazione di una operativita’ normale per tutto il periodo necessario alla definizione della manovra finanziaria e della complessiva operazione di ristrutturazione dell’indebitamento”. Lo precisa la societa’, in una nota della controllante Cir, su richiesta della Consob.

Buco di 1,8 miliardi di euro, nei guai Sorgenia e le sue rinnovabili

In considerazione dei contenuti dell’accordo di stand still in corso di negoziazione e dell’aspettativa di un esito favorevole della trattativa dello stesso, si legge nella nota, “gli amministratori di Sorgenia valutano che il gruppo possa continuare a operare in continuita’ aziendale. L’organo amministrativo di Sorgenia, peraltro, continua a monitorare attentamente la situazione al fine di poter intervenire assumendo tempestivamente ogni piu’ opportuna iniziativa qualora tale aspettativa dovesse essere disattesa ovvero si rendesse necessario adottare ulteriori misure a tutela degli interessi di tutti gli stakeholder”.

Si confermano le indiscrezioni di stampa relative alle negoziazioni in corso con gli istituti finanziatori di Sorgenia in merito a una manovra finanziaria in grado di ridurre l’indebitamento della societa’ di circa 600 milioni di euro.

Il gruppo Cir ha manifestato la propria disponibilita’ a partecipare alla manovra finanziaria di risanamento e rilancio di Sorgenia ­ tenendo conto della necessita’ di preservare la propria solidita’ patrimoniale, degli interessi complessivi del gruppo, e senza incrementare la propria quota di partecipazione ­ a condizione che si pervenga alla definizione di un accordo di ristrutturazione con gli istituti di credito che risulti coerente e compatibile rispetto alle esigenze di riequilibrio patrimoniale, finanziario e di rilancio di Sorgenia e funzionale alla realizzazione del Piano Industriale e che, nelle more, venga preservata la normale operativita’ aziendale attraverso la sottoscrizione di un accordo di moratoria e stand still che risulti compatibile rispetto ai fabbisogni aziendali”. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Buco da 1,8 mld di euro, Sorgenia confida in un accordo sul debito”

  1. massimo magarini

    Ma quando cazzo pensa di ritirarsi a vita privata? Sto incompetente come si muove riesce solo a creare debiti!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -