Siria: donne costrette a sposare jihadisti

siria

17 febbr – Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isis) costringe le donne di Aleppo e di Raqqa a sposare suoi jihadisti. Lo denuncia l’attivista dell’opposizione siriana ad Aleppo, Monzir Al-Sallal, al giornale Asharq Al-Awsat. ”E’ un fenomeno in aumento nella zona di Aleppo dove sono presenti gli uomini dell’Isis – dice – Quando i combattenti dell’Esercito libero siriano hanno di recente arrestato un leader dell’Isis hanno trovato nella sua auto un certo numero di certificati di nozze”.

Questi matrimoni tra jihadisti stranieri e donne siriane di solito non durano piu’ di un paio di mesi per gli spostamenti dei miliziani da un fronte all’altro, spiega la fonte. Inoltre, mentre alcuni combattenti giunti in Siria portano con loro la propria famiglia, i piu’ giovani preferiscono sposare donne siriane, soprattutto nelle zone controllate dal gruppo. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -