Referendum Lega: via la legge Fornero e stop ai concorsi pubblici per stranieri

salvini12 febbr – Stop ai concorsi pubblici per gli stranieri, via la riforma Fornero e la legge Merlin, ‘rea’ di aver messo fuori norma le case chiuse. Una delegazione della Lega Nord, capitanata dal segretario federale Matteo Salvini, stamani si è presentata in Cassazione per depositare 5 quesiti referendari. Ora partirà la raccolta firme sul territorio, obiettivo “dare la possibilità ai cittadini di scegliere”, spiega Salvini.

Il quesito che prevede di abrogare l’estensione dei concorsi pubblici agli stranieri è stata presentatao “perché riteniamo sacrosanto – si legge in una nota diffusa nella sede della Stampa estera dove Salvini ha incontrato i cronisti stranieri – che la precedenza all’accesso ai concorsi pubblici debba essere riservata ai cittadini italiani”.

Lo stop alla legge Merlin entra tra i referendum del Carroccio “perché vogliamo che le prostitute paghino le tasse, esattamente come fanno i cittadini e che, sottoposte a controllo sanitario, esercitino la professione lontano dalle strade, in luoghi sicuri e delimitati a norma di legge”.

La Lega chiede inoltre di cancellare le Prefetture, che “incarnano il potere dello Stato centralista”, fonte “di spesa pubblica improduttiva”. Via anche alla riforma Fornero “che fa ricadere sui pensionati i costi della crisi”, e stop alla legge Mancino sui reati d’opinione “perché lesiva delle libertà fondamentali”. adnkronos



   

 

 

3 Commenti per “Referendum Lega: via la legge Fornero e stop ai concorsi pubblici per stranieri”

  1. Salvini….un uomo..una parola!

  2. Antonietta Basile

    Belle chiacchiere si dovrà poi vedere nei fatti cosa faranno, inoltre non è sufficiente dire via questo e quello, bisogna anche sostituirli con progetti efficaci efficienti e funzionali.

  3. Perché se gli stranieri partecipano ai concorsi pubblici si invoca il referendum e invece quando gli stranieri, con la loro concorrenza sleale, hanno tolto il lavoro ai braccianti e ai negozianti se questi osavano lamentarsi venivano definiti razzisti?Gli impiegati pubblici finora erano cosí tolleranti, ora che gli stranieri invadono il loro campo protestano?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -