Chiodi, governatore Abruzzo risponde coi fatti a accuse e strumentalizzazioni

Gianni Chiodi, governatore dell’Abruzzo, risponde coi fatti a accuse e strumentalizzazioni.

CHIODI

12 febbr – Un politico, un amministratore si giudica dai fatti. Ecco quelli del Governatore: ho affrontato la crisi riducendo la spesa pubblica, eliminando gli sprechi e i privilegi della Regione Abruzzo.

1) Ridotti gli stipendi dei Consiglieri regionali (oggi tra i meno esosi d’Italia)
2) Eliminate le pensioni dei Consiglieri regionali
2) Diminuiti di un quarto i dirigenti regionali: da 84 a 65
3) Ridotto il numero dei dipendenti regionali, non accadeva da 40 anni
4) Dimezzato il parco auto della Regione: dismesse 100 autovetture
5) Chiuse le inutili sedi all’estero
6) Chiuse le società in perdita
7) Cancellate circa 250 poltrone in enti ed agenzie regionali “ad uso della politica”
8) Eliminate le (famose) Comunità montane al livello del mare e
9) Ridotti i Consorzi fidi da 68 a 10
10) Accorpate le IPAB ( Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficienza) passate da 110 a soltanto 8
11) Messe in liquidazione società ed enti in deficit: SIR (società di ingegneria regionale); ARET (agenzia regionale per il territorio); Abruzzo Engeenering, e altre ancora…
12) Dimezzata la spesa dei collaboratori esterni (co.co.co.) dal 2008 al 2011

Questi sono i FATTI



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -