La UE alla Turchia: ci consulti prima di fare delle nuove leggi

turchia10 FEB – Nella riunione ministeriale fra Ue e Turchia oggi a Bruxelles l’esecutivo comunitario ha “sottolineato la necessità” che Ankara si impegni “in consultazioni preliminari con la Commissione Ue su tutte le leggi legate sia al processo di adesione che ai criteri politici”.

Lo afferma il commissario Ue all’allargamento, Stefan Fule, dopo l’incontro, assieme al capo della diplomazia Ue Catherine Ashton, col ministro degli esteri turco Ahmet Davutoglu, e quello per gli affari europei, Mevlut Cavusoglu. La richiesta di “visto” preliminare da parte di Bruxelles sui passi legislativi del Paese candidato all’adesione arriva dopo i recenti casi della norma per il controllo di Internet e del disegno di legge sulla magistratura.

“E’ compito della Commissione Ue – precisa Fule – monitorare gli sviluppi e esprimere preoccupazioni quando giustificate, offrendo anche aiuto e sostegno per assicurare la compatibilità con gli aquis e le migliori pratiche dell’Ue”. Di conseguenza sulla legge relativa a internet l’esecutivo comunitario metterà nero su bianco “una serie di preoccupazioni” che riguardano la compatibilità con gli standard europei. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -