Rom, 8000 euro a famiglia per lasciare il campo a Milano

nomadi210 febbr – Ottomila euro a famiglia e anche il campo nomadi di via Idro, a Milano, va a svuotarsi. Sono 40 i rom che in queste ore stanno lasciando il più disastrato dei sette campi autorizzati dal Comune, dove abitano ancora 700 rom synti e harvati, tutti con la cittadinanza italiana. In via Idro gli occupanti erano 130, ma l’intenzione è di dimezzarlo (o giù di lì) per cercare di riportare l’ordine in quello che ormai è diventato solo un teatro di faide e contese, che non risparmiano morti e feriti.

L’ultimo accoltellamento risale a poche settimane fa e gli abitanti del quartiere sono sul piede di guerra. Per questo gli assessori Marco Granelli (Sicurezza) e Pierfrancesco Majorino (Servizi sociali) hanno deciso di accelerare il programma di ristrutturazione dell’area, che diventerà «un villaggio autocostruito, con casette e servizi, poche famiglie e un controllo sostenuto da parte della vigilanza urbana e della polizia».

Con i fondi del Piano Maroni — 5,6 milioni di euro stanziati quando l’attuale governatore era ministro degli Interni — le famiglie sono state incentivate a uscire da Milano e ad accendere un mutuo per acquistare un terreno in provincia di Pavia. Qui c’è una vecchia cascina in corso di ristrutturazione, dove si stabiliranno i rom di via Idro.

In via di smantellamento definitivo è anche il campo di via Novara, ormai dimezzato e ridotto a una sorta di discarica. Secondo il Piano rom del Comune doveva essere chiuso già da un anno, per far posto a una strada che servirà a Expo. Ma i lavori sono fermi e le famiglie di rom macedoni e kossovari sono abbandonate a loro stesse, con l’unica assistenza dei volontari della Caritas che seguono donne e bambini. […]

repubblica



   

 

 

1 Commento per “Rom, 8000 euro a famiglia per lasciare il campo a Milano”

  1. Andassero a LAVORARE!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -