Immigrati accusano violenze nel Cie. Sindacato di polizia: infamie prive di riscontri

cie9 FEBBR – Polemica a distanza tra il senatore Luigi Manconi, residente della commissione straordinaria del Senato per la tutela e la promozione dei diritti umani, e il Sindacato italiano appartententi polizia (Siap). Manconi stamane ha visitato il Centro di identificazione ed espulsione di Torino, riportando le parole di alcuni dei migranti reclusi nella struttura, che denunciano di aver subito violenze.

“Da chi ha un ruolo istituzionale ci aspetteremmo più senso di responsabilità e più cautela nel farsi portavoce di denunce così pesanti e, dato il contesto, così strumentalizzabili”, ribatte Pietro di Lorenzo, segretario generale provinciale del Siap, sindacato maggiormente rappresentativo della Polizia di Stato. “Le parole del senatore Manconi – aggiunge – al termine della sua visita odierna al Cie di Torino circa pestaggi, violenze e abusi sono gravi perché, essendo prive di riscontri, gettano un marchio di infamia sugli operatori delle forze di Polizia che da moltissimi anni operano tra mille difficoltà in quella struttura”. “Se non si vogliono i Cie – aggiunge – scelta sulla quale concordiamo, si decida che le identificazioni si facciano in carcere, ove sono reclusi, e da lì si proceda all’espulsione”.

“Io sono il presidente della Commissione straordinaria del Senato per la tutela e la promozione dei diritti umani e se, quando visito un carcere o un Cie, le persone dicono di aver subito violenze, io non posso tenerlo per me, devo riferirlo all’esterno. E l’ho fatto con la massima prudenza”, ribatte Manconi. “Un certo numero di persone trattenute nel Cie – continua – hanno parlato di violenze e di pestaggi. Ho spiegato che non avevo documentazione per poter provare quanto mi era stato riferito e che riportavo verità parziali. Chiamo a testimone il viceprefetto e il rappresentante della questura della correttezza e del rigore con il quale ho riportato le cose che mi sono state dette. Io non ho insultato, diffamato o accusato alcuno – sottolinea -. A me e all’altro senatore che era con me, Miguel Gotor, e ai miei collaboratori e alle mie collaboratrici sono state riferite delle cose, e le abbiamo riportate”. (LaPresse)



   

 

 

1 Commento per “Immigrati accusano violenze nel Cie. Sindacato di polizia: infamie prive di riscontri”

  1. Scusate non ho voluto più fare commenti forse perché non conformi alle regole del giornale ma penso di non essere stato pesante sui commenti fatti, questo commento lasciatemelo fare poi sloggio vado altrove a lamentarmi di questa situazione in Italia. Volevo solo dire che dobbiamo ancora sopportare queste accuse verso i tutori dell’Ordine come Polizia e Carabinieri da questi I….i, questo è il ringraziamento di averli accolti sicuramente dietro questi I….i ci sono anche dei b……i che li istigano per i loro fini che merda di gente si deve ancora sopportare, mi sento veramente schifato.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -