Turchia, 19enne incinta condannata a morte: aveva disonorato la famiglia

velo

4 febbr – Una ragazza turca di 19 anni incinta di otto mesi è stata strangolata e gettata in un pozzo dopo essere stata condannata a morte dal clan. A uccidere la giovane, che viveva in un villaggio del distretto di Viransehir, nell’Anatolia sudorientale, sono stati i due fratelli. L’accusa nei confronti della donna è quella di aver disonorato la famiglia. I due fratelli, con altri quattro membri del clan, sono stati arrestati.

Napolitano: “Il posto della Turchia è in Europa”

Secondo quanto riporta la stampa locale, la 19enne, di nome Hacer, aveva avuto una relazione con un giovane poi partito per il servizio militare. Solo dopo quattro mesi la ragazza si era accorta di essere incinta ed era fuggita dal villaggio per timore della ‘punizione’ che avrebbe deciso il clan. Accolta da uno zio a Diyarbakir, la ‘capitale’ del Kurdistan turco, era stata poi richiamata nel suo villaggio con l’inganno.

Poco prima della nascita del suo bambino la famiglia le aveva mandato messaggi di riconciliazione, invitandola a tornare: “Sei perdonata”, le avevano garantito. Ma non era vero: il clan si era riunito e l’aveva condannata a morire, ignorando la madre che si era opposta alla decisione. I due fratelli della giovane, che erano andati a prenderla a Diyarbakir, per accompagnarla a casa, in realtà l’avevano portata in una zona deserta dove è stata strangolata. I due, insieme ad altri quattro membri del clan, sono stati arrestati. tgcom24



   

 

 

1 Commento per “Turchia, 19enne incinta condannata a morte: aveva disonorato la famiglia”

  1. ..ANCHE QUESTA E’ ” CULTURA ” da importare, vero signora ?

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -