Roma, rogo in residence per immigrati: un morto e tre feriti, grave un agente

incendio24 genn – Un extracomunitario è morto carbonizzato e altre tre persone sono rimaste ferite, di cui due in modo grave, dopo l’incendio scoppiato a Roma in un residence occupato da stranieri in via Pieve di Cadore, nella zona di Monte Mario. Sul posto è intervenuto il 118 di Roma e i vigili del fuoco.

L’incendio, scoppiato nel residence popolato da immigrati, potrebbe essere scoppiato a causa dell’esplosione di una piccola bombola di gas. Il 118 di Roma ha trasportato due persone in codice rosso al Policlinico Gemelli e una in codice giallo all’ospedale San Filippo Neri. Una delle due persone trasportate in gravi condizioni è un agente di polizia di 40 anni, ferito durante i soccorsi.

Nel residence, formato da una serie di mini appartamenti di circa 35 metri quadrati ciascuno, nel 2001 avvenne un incidente simile a causa dello scoppio di una bombola di gas, durante il quale morirono due persone.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -