Corteo pro-marò per il centro di Milano, protesta contro la festa indiana

manocchia-maro

24 genn – Ieri pomeriggio a Milano, in occasione della festa organizzata dal Console indiano per la celebrazione della Repubblica Indiana, c’è stata la manifestazione pensata e pianificata da tempo da Armando Manocchia, Direttore del giornale online “Imola Oggi” sotto il titolo “No Marò no Party”. Un’aggregazione di cittadini che in questo modo ha voluto manifestare il loro sdegno verso chi tiene in ostaggio i nostri marò con lo scopo di ottenere la loro liberazione e non per trarne beneficio e ritorno personale.

“Non c’è niente da festeggiare, i marò dovete liberare”. E’ questo lo slogan scandito dai manifestanti fuori da palazzo Clerici, a Milano, dove si svolge il ricevimento per la Giornata nazionale della Repubblica dell’India. Al corteo per il rilascio dei fucilieri Massimiliano Latorre e Salvatore Girone partecipano oltre un centinaio di esponenti di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Comitato Nove dicembre del Veneto.

Il corteo, a cui hanno preso parte anche alcuni ex marò, ha poi attraversato il centro di Milano. Da palazzo Clerici i manifestanti si sono spostati verso galleria Vittorio Emanuele per raggiungere il Duomo e da lì piazza Cordusio, dove dovrebbe concludersi la manifestazione. In piazza Cordusio, nel frattempo, sono arrivati anche una cinquantina di esponenti di CasaPound con tricolori e diversi striscioni (“Alcuni italiani non si arrendono” e “Marò in Italia, Letta in India”).

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -