La Rai ricorre al Tar per aumentare il canone dopo il no del governo

rai21 genn – La Rai vuole aumentare il canone, il ministro dello Sviluppo Economico Zanonato è contrario e la questione finisce al Tar. Come racconta Repubblica, il governo ha deciso di bloccare il canone Rai 2014 sulla cifra di 113, 50 euro, suscitando le ire di Viale Mazzini che voleva aumentarlo di un’euro e mezzo in più rispetto all’anno precedente e che ora si è rivolta al Tar.

Scrive Repubblica: “La Gasparri stabilisce che il servizio pubblico ha diritto a recuperare l’inflazione ‘programmata’ e a ricevere il carburante necessario al suo ‘sviluppo tecnologico’”, un meccanismo che negli ultimi sette anni ha permesso alla Rai “un canone più alto”.

Fino ad oggi, quando il 20 dicembre il ministro Zanonato ha annunciato su Twitter “il blocco della gabella e l’impegno a recuperare risorse semmai ‘dalla lotte agli evasori’”.

“La decisione del governo ha un impatto immediato sui conti della televisione di Stato, che perde 21 milioni di euro. L’unica speranza — per Viale Mazzini, ovvio — è che il Tar accolga ora il ricorso e azzeri il decreto Zanonato, riaprendo i giochi”, conclude Repubblica, che parla delle dure reazioni in Rai, dal quella dg Gubitosi che ha criticato il “fuoco amico” del governo contro la tv di Stato e le reazioni degli attuali consiglieri di amministrazione, “quasi tutti ‘incavolati’ e pronti a vendere cara la pelle’”.

www.today.it



   

 

 

3 Commenti per “La Rai ricorre al Tar per aumentare il canone dopo il no del governo”

  1. sennò come può pare quasi 700000euro x pagare la letizzietto e fazio,poverini sennò nn arrivano a fine mese!

  2. Non capisco perché con MEDIASET che fa vedere più programmi interessati non si paga il canone invece con la RAI con programmi scadenti per non dire un’altra parola si deve pagare il canone nonostante che fanno pure loro la pubblicità? dove vanno a finire i nostri soldi? mi potreste far capire?!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Caspita ci ricorre pure al Tar qui se c’è qualcuno che deve ricorrere al Tar siamo noi cittadini che vi diamo i soldi ma per favore fare i seri.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -