Libia: due operai italiani scomparsi da ieri in Cirenaica

libia18 gen. – Due operai edili sono scomparsi in Libia da ieri. Lo ha confermato all’AGI il console italiano a Bengasi Federico Ciattaglia. “Stiamo facendo tutti gli accertamenti possibili per chiarire la situazione” ha detto il console aggiungendo che la zona della localita’ Derna della Cirenaica e’ “ad alto rischio”. “Stiamo facendo tutti gli sforzi necessari, a tutti i livelli, per chiarire la situazione – ha detto Ciattaglia -. Sappiamo che in quella zona la situazione e’ molto difficile e lo abbiamo segnalato”.

“Ci rendiamo conto che molte aziende hanno fatto scelte coraggiose di operare in quella zona della Cirenaica che e’ ad alto rischio. Siamo facendo tutto il possibile”. I due sono calabresi e lavorano da alcuni mesi alla realizzazione di una strada. Si chiamano Francesco Scalise, 62 anni e Luciano Gallo, 48 anni, residenti nei comuni di Pianopoli e Feroleto Antico, in provincia di Catanzaro. Secondo una prima ricostruzione, sono usciti ieri con il furgone della ditta General World di Crotone, ma non hanno fatto ritorno.

Il furgone e’ stato ritrovato insieme agli attrezzi ma degli operai non c’e’ nessuna traccia. La scomparsa e’ stata denunciata dal fratello di Scalise che si trova anch’egli in Cirenaica per lavoro.
L’uomo si e’ presentato nell’ambasciata italiana di Tripoli per presentare denuncia. Inutili le ricerche avviate dagli stessi colleghi e sono stati vani anche i tentativi di provare a contattare i due attraverso i telefono cellulari. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -