Verona: Moglie e figli picchiati e segregati in casa, arrestato tunisino

Condividi

 

cc3Verona, 15 gen. – Padre e marito “padrone”: maltrattava moglie e figlie, impedendo loro di uscire e di mangiare, minacciandole a suon di botte. Un trattamento che pero’ ha riservato anche al figlio maschio, di 13 anni. I carabinieri di Verona hanno messo la parola fine su questa triste storia, arrestando un 50enne tunisino da anni residente in Italia, ritenuto responsabile di aver impedito ripetutamente alla moglie di uscire di casa se non per andare a lavoro e di aver per piu’ giorni costretto le due figlie a rimanere nelle rispettive camere, impedendo loro persino di mangiare.

I carabinieri hanno accertato che l’uomo, abituato a minacciare e a picchiare anche il terzo figlio di 13 anni, aveva mandato in ospedale, a schiaffi e pugni, la piu’ piccola delle due figlie.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -