Il Deficit italiano sale, ha già sforato il 3%

lettaxx10 genn – (WSI) – Il tetto del 3% del deficit/Pil, imposto dall’ Unione europea, non è stato ancora sforato. L’Italia vede il rapporto tra indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche e prodotto interno lordo (dati grezzi) proprio al 3%, nel corso del terzo trimestre trimestre (dati Istat).

Ma il deficit è comunque cresciuto di ben +1,6% su base annua, rispetto dunque al terzo trimestre del 2012. Secondo i dati dell’Istat, nei primi nove mesi del 2013, la soglia è stata già sforata. Il rapporto è stato infatti pari al 3,7%, con un rialzo +0,3% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Sempre nel terzo trimestre 2013, il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato positivo, con un’incidenza sul Pil dell’1,8%, inferiore di 1,6 punti percentuali rispetto al terzo trimestre del 2012. Il saldo corrente è stato negativo, con un’incidenza sul Pil dello 0,3% (+1,1% nel terzo trimestre del 2012).

Non si può non pensare alle recenti dichiarazioni del segretario del Pd Matteo Renzi, che ha detto chiaramente che, ferme restando alcune condizioni, l’Italia può permettersi di superare la soglia del 3%.

“Se all’Europa proponi riforme istituzionali e un Jobs Act che attiri investimenti stranieri, allora in Europa ti applaudono anche se sfori il 3%”, ha affermato.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -