Crisi: 55enne titolare di piccola farmacia si uccide gettandosi sotto il treno

disp1MANTOVA, 9 genn. Un uomo mite, leale, onesto. Un lavoratore instancabile che aveva scommesso sulla sua farmacia di via Donatori di sangue a Castiglione delle Stiviere. Si è lanciato sui binari, all’ultimo, e il macchinista non ha potuto nulla per rallentare la corsa del treno. Erasmo Pigato lunedì mattina si è tolto la vita nella stazione ferroviaria di Desenzano. Lascia la moglie e cinque figli.

Poco meno di cinque anni fa aveva chiuso la sua farmacia nel Vicentino per trasferirsi a Castiglione, attratto dalla possibilità di lavorare nella città aloisiana. «Aveva inseguito il suo sogno di crescere professionalmente» ha spiegato ieri sera Giuseppe Fornasa, presidente dell’Ordine dei farmacisti di Mantova. Ben presto però, complice, anche un pasticcio burocratico che gli ha negato un’indennità economica dovuta a chi, come Pigato, lascia una farmacia per aprirne un’altra, il 55enne vicentino si era ritrovato a dover risolvere seri problemi economici che lo hanno sopraffatto. gazzettadimantova.gelocal.it/cronaca



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -