Tasi, la tassa aumenta ancora

tasi7 genn – Non riusciamo a mettere un punto finale, il punto finale alla questione della tassa sulla casa. Proprio oggi, martedì 7 gennaio, il governo deve decidere proprio oggi di quanto sarà alzato il tetto del limite del tre per mille per la prima casa e sulla Tasi (la parte delll’imposta che riguarda i servizi cominali). che era stato inizialmente fissato ma che poi, su sollecitazione del Comune, Palazzo Chigi ha accettato di rivedere. E mentre da una parte il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni continua a ripetere che “le imposte caleranno”, il suo vice Pier Paolo Baretta dice le cose come stanno: ci sarà un rincaro delle aliquote della Tasi sulla prima casa e della Imu-Tasi sulla seconda allo scopo di recuperare 1,4 miliardi, aumenti che daranno la possibilità ai Comuni di alzare le detrazioni per le famiglie numerose e con redditi bassi. I Comuni possono decidere se applicare l’aumento o no, ma considerare lo stato in cui versano le casse dei Comuni non c’è molto da sperare.

Le date – Il servizio politiche territoriali della Uil sottolinea che il ritocco al 3 per mille per la prima casa costerà 40 euro in più a famiglia. Le detrazioni potrebbero essere inferiori a quelle previste dall’Imu 2012 (200 euro più 50 euro a figlio). Ma potrebbero anche cambiare le date dei pagamenti. La quota dell’Imu prima casa del 2013 rimasta a carico dei contribuenti si pagherà il 24 gennaio, ma la prima rata della nuova Iuc (Imposta unica comunale) su cui il governo vuole mettere le mani si dovrebbe pagare già il 16 gennaio ma pare che l’intenzione sia quella di far slittare a giugno il pagamento. libero



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -