Spending review? I dipendenti del governo si alzano la paga del 25-30%

letta_monti

di Franco Bechis

7 genn – Due anni di spending review, e lo stipendio sale su. È il miracolo compiuto a palazzo Chigi dagli ultimi due governi, quelli di Mario Monti ed Enrico Letta, che le hanno sparate più grandi che mai sul taglio di costi della politica e della pubblica amministrazione. Gran parte degli stipendi degli italiani grazie alle manovre finanziarie di quei due sono scesi limati dalle tasse e hanno perso potere di acquisto. A palazzo Chigi è accaduto l’esatto opposto.

Stipendi dei top manager cresciuti in media del 25-30%, quelli delle seconde fasce del 10-15% fra il 2011 ed oggi. Il dato clamoroso è ottenibile confrontando la tabella degli emolumenti nella sezione trasparenza del sito Internet del governo alla fine del governo di Silvio Berlusconi con quello più recente del governo Letta. Il primo dato è aggiornato al novembre 2011, il secondo al 3 dicembre 2013. In mezzo appena due anni, che però agli italiani sono davvero sembrati una vita: una montagna di tasse, la riduzione di molti servizi essenziali, la perdita continua di posti di lavoro, l’aumento vertiginoso della disoccupazione giovanile. A palazzo Chigi il posto l’ha perso solo uno stretto gruppo di collaboratori dei presidenti dei Consiglio e dei ministri senza portafoglio che si sono via via succeduti. Nemmeno tutti, per altro: anzi, qualche dirigente precario ha pure trovato occupazione a tempo indeterminato con i passaggi delle consegne.(…)

l’approfondimento di Franco Bechis
su Libero, in edicola oggi, martedì 7 gennaio



   

 

 

3 Commenti per “Spending review? I dipendenti del governo si alzano la paga del 25-30%”

  1. Scusate che ci volevate! continuate a fare le fila per votare questi B…..i Ladri di politica i pensionati nessun aumento invece chi già prende fior di migliaia di Euro gli sono aumentati gli stipendi del 15/20% e sti bugiardi del PD Letta e compagni che applicavano la Spending Review si ma sempre ai poveri che non arrivano nemmeno alla seconda settimana vi dovreste solo vergognare ma datosi che siete senza dignità non vi potete vergognare, mi rivolgo anche a chi vi vota di aprire gli occhi che vi stanno prendendo per i fondelli ve lo dice un pensionato che li ha votato per oltre 50 anni questi B…..i !!!

  2. A me l’aumento l’anno fatto sulla Tares 2013 (ex Tarsu 2012) del 30% su un appartamento di 60 mq.(prima e unica casa) mentre la pensione 2014 è cresciuta dell’ 1% (da 850,50 €. a 859,00 €. Questi geni dell’economia non hanno capito, che per far ritornare il lavoro, dovrebbero invertire queste percentuali, a loro l’ 1% e a noi almeno il 10 % se vogliamo far ritornare l’Italia in attivo, con imprenditori e operai che si suicidano per colpa di questi incapaci.

  3. non avete capito che aumentando le tasse si arriva alla distruzione d’Italia:MA CHE FINANZIERI SIETE,CONTROLLATE VOI STESSI PRIMA DEGLI ALTRI ?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -