Scola: la Chiesa accoglie tutti senza limiti etnici o religiosi

bangui

Musulmani armati di machete, organizzati in milizie, aggrediscono cristiani nel quartiere Miskine di Bangui. 13 dicembre 2013. Una banda di circa una dozzina di musulmani ha affrontato a colpi di machete un altrettanto folto gruppo di giovani cristiani.

Milano, 6 gen. – “La Chiesa, come nuova Gerusalemme, non cessa di spalancare le sue braccia ad accogliere i ‘figli che vengono da lontano’. Nel suo annuncio la Chiesa non puo’ e non vuole darsi limiti ne’ geografici, ne’ etnici, ne’ sociali, ne’ culturali, ne’ religiosi”. Una chiesa aperta a tutti, che non fa distinzioni di alcun genere.

I musulmani macellano cristiani “come polli” nella Repubblica Centrafricana

E’ il messaggio contenuto nell’omelia del cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, che oggi ha celebrato la messa in Duomo per la solennita’ dell’Epifania del Signore. L’Epifania come ha spiegato il Cardinale Scola, e’ “la festa della manifestazione”, con essa appare “la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini”. “L’Epifania offre cosi’ a tutti gli uomini la soluzione dell’enigma della loro esistenza: il viaggio della vita ha fin da ora la meta certa, sappiamo da dove veniamo e dove andiamo”. Ed e’ cosi’ che la solennita’ di oggi “diventa la manifestazione universale del disegno di vita buona che Dio persegue per la famiglia umana”.

“E – spiega l’Arcivescovo – il nome di questa grazia di dio e’ Gesu’. Che viene a noi per insegnarci “a vivere in questo mondo con sobrieta’, con giustizia e con pieta’. In tre parole e’ detto lo stile di vita non solo del cristiano, ma di tutti gli uomini. Tutti infatti sono stati voluti dal Padre a sua immagine e somiglianza. Tutti debbono al Dio che ci sorprende la loro personale risposta”.
La consapevolezza delle nostre fragilita’ e dei nostri peccati non riesce a toglierci la speranza, “perche’ e’ Gesu’, il salvatore, che con la sua morte/resurrezione ‘forma per se”, cioe’ per Dio, ‘un popolo puro che gli appartenga, pieno di zelo per le opere buone’. Un popolo senza confini, come mostrano i Magi venuti da Oriente. E’ su questo fondamento – conclude il cardinale Angelo Scola – che imploriamo da Dio il rinnovamento delle nostre comunita’ cristiane d’Europa e la rinascita di Milano e dell’Italia tutta”. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Scola: la Chiesa accoglie tutti senza limiti etnici o religiosi”

  1. Scusate io da cittadino Cattolico e Cristiano non ho capito accogliamo anche quelli che ammazzano i Monaci, Suore, Preti, questi delinquenti che tagliano le teste ai cattolici ecc.? questo non l’ho capito be stavolta non mi troverete d’accordo, io sono per occhio per occhio e dente per dente perché il buonismo se lo mangiò il lupo e l’altra guancia non glie l’ha porgo.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -