Padova, padre Lauretta: Basta tolleranza, queste persone vanno prese e sbattute in galera

laurettaPADOVA, 28 dic –  «Ora basta, non se ne può più di questa situazione. L’accoglienza va bene ma ci vuole rispetto delle regole. Queste persone vanno prese e sbattute in galera. A Padova abbiamo raggiunto una situazione intollerabile». È un monaco benedettino che parla. Ci vuole un po’ per realizzarlo ma è così.

Frate Federico Lauretta, 39 anni, da 20 giorni appena è stato nominato parroco della basilica di Santa Giustina. E non ci pensa nemmeno a nascondere la sua “fede”. «Io stamattina (ieri ndr) ero andato con l’assessore provinciale Enrico Pavanetto a protestare davanti alla Prefettura» racconta, «la manifestazione è stata spostata di un giorno ma conto di esserci».

Presa di posizione politica? Per il parroco di Santa Giustina non c’è alcun problema. «Condivido in pieno la posizione del mio amico Pavanetto sul problema della sicurezza in città. Io sono un monaco e ho delle regole di vita molto rigide. Perché se io le rispetto, gli altri non le devono rispettare? Ormai vengono a rubarti in casa, vengono a raggirare persone anziane come il mio confratello. Se la prendono con i deboli, con gli anziani, con i monaci. Io sono un uomo di Chiesa ma non posso giustificare un ladro. Mai».

Il parroco dieci giorni fa ha immortalato con le telecamere anche due ladri che avevano appena rubato un portafoglio in chiesa e poi si dividevano il bottino in via Ferrari. «La situazione deve cambiare, qui come nel resto della città». mattinopadova.gelocal.it/cronaca



   

 

 

4 Commenti per “Padova, padre Lauretta: Basta tolleranza, queste persone vanno prese e sbattute in galera”

  1. Grande padre Lauretta, sono pienamente d’accordo con Lei, purtroppo questi delinquenti non hanno nessun rispetto per nessuno ne anziani e ne bambini sono solo dei vigliacchi se la prendono con i più deboli, purtroppo sono protetti dai Governanti del PD, però per i poveri anziani sofferenti non c’è ne attenzione e ne alcuna assistenza stanno dando fior di milioni di euro come noccioline agli stranieri.

  2. rinaldo di nino

    CONCORDO IN PIENO CON IL MONACO SUDDETTO.
    LA LEGGE DEVE VALERE PER TUTTI
    LO STRANIERO CHE LA VIOLA E’ INDEGNO DI RIMANERE NEL NOSTRO TERRITORIO E QUINDI VA GIUSTAMENTE ED OPPORTUNAMENTE ESPULSO DALL’ITALIA

  3. Complimenti a questo monaco,veramente ha detto parole sante,la situazione inizia ad essere nn pericolosa…ma tragica…..x le nostre citta….

  4. Concordo con padre Lauretta, Padova – soprattutto di notte – è senza Stato, è in mano a stranieri predoni e violenti, spacciatori. C’è scarsissima prevenzione, la presenza delle Forze di sicurezza é ridottissima di notte, i servizi sono limitati al cosiddetto pronto intervento su chiamata. Se i delinquenti stranieri si muovono essenzialmente di notte e le Forze dell’ordine di notte essenzialmente dormono, c’è qualcosa che non va. Occorre rivedere i servizi, le modalità di svolgimento e soprattutto gli orari

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -