Messina: immigrati occupano il municipio

messina

Renato Accorinti, sindaco di Messina

28 dic – Prosegue l’occupazione del Municipio di Messina da parte di 50 dei 200 profughi di varia nazionalità che hanno anche cominciato lo sciopero della fame, per protestare contro la decisione della Prefettura di ospitarli in una tendopoli di un campo da baseball di proprietà dell’ Università che nei giorni scorsi si è allagata.

I migranti sono stati trasferiti a Messina da Lampedusa.  Da settimane è in atto uno scontro istituzionale tra il sindaco di Messina Renato Accorinti che ha chiesto il loro trasferimento in un’altra struttura, individuando in un primo momento il villaggio turistico Le Dune, e il prefetto Stefano Trotta che ritiene valida l’ospitalità nella tendopoli perchè gli immigrati dovrebbero restare qui solo poche settimane.

La scorsa notte, dopo diverse ore di presidio a Palazzo Zanca, sede del Comune, gli stranieri sono stati sistemati in un immobile appartenente a un ordine religioso, ma la situazione resta precaria.

[dividers style=”2″]

Al fine di ospitare i circa 200 migranti della tendopoli di Messina in un luogo piu’ idoneo, il Ministero dell’Interno ha disposto il trasferimento di 40 persone, gia’ da oggi, in un’altra struttura a Pozzallo, mentre altri 60 verranno trasferiti domani a Siracusa. I restanti migranti saranno ricollocati in altre strutture nei prossimi giorni. Il Ministero dell’Interno e’ in contatto, inoltre, con il Dicastero della Difesa per la messa a disposizione di una caserma in provincia di Messina che, nei tempi della cessione da parte del Demanio, potra’ essere utilizzata per l’accoglienza immediata dei migranti. (AGI)



   

 

 

1 Commento per “Messina: immigrati occupano il municipio”

  1. Che vergogna,invece di trasferirli da dove vengono gli preparano l’accomodo gratis.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -