Le Pussy Riot: vogliamo cacciare Putin, ci piacerebbe Khodorkovski

pussy27 DIC – “Vogliamo continuare a fare ciò per cui siamo finite in prigione. Vogliamo come prima cacciare” il presidente russo Vladimir Putin. Al suo posto “mi piacerebbe molto invitare Mikhail Khodorkovski”. Lo ha detto Nadia Tolokonnikova alla conferenza stampa a Mosca, insieme all’altro membro delle Pussy Riot Maria Alekhina.

Le tre componenti della band punk Pussy Riot, erano state condannate a due anni di carcere per aver cantato una preghiera dissacratoria  nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca e sono state ritenute colpevoli dal tribunale di “teppismo motivato da odio religioso” per la loro performance.

Pussy Riots: traduzione non “purgata” della canzone in cattedrale



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -