Pussy riot Alyokhina: se avessi potuto sarei rimasta in carcere

pussy23 dic – ”Se avessi avuto solo la minima opportunita’ di rifiutare l’amnistia, l’avrei fatto”. Lo ha affermato Maria Aliokhina, appena uscita dalla colonia penale in cui era detenuta a Nizhny Novgorod. In una intervista all’emittente televisiva privata russa Dozhd Tv, l’attivista delle Pussy Riot ha liquidato il provvedimento di amnistia come una ”acrobazia di pubbliche relazioni”.

”E in questo contesto, sono stata solo un corpo spostato. Nulla a che vedere con me”, ha aggiunto. La sua compagnia Nadia Tolokonnikova dovrebbe essere rilasciata ”entro alcune ore” dall’ospedale della colonia penale di Krasnoyarsk, dove e’ stata trasferita il mese scorso, ha anticipato il marito e portavoce delle Pussy Riot, Pyotr Verzilov.



   

 

 

1 Commento per “Pussy riot Alyokhina: se avessi potuto sarei rimasta in carcere”

  1. Speriamo che non vengano in Italia.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -