Lampedusa, Alfano: ho chiesto a Croce rossa di rafforzare la sua presenza

Maria Teresa Letta

Maria Teresa Letta

22 dic. – In attesa che diventi possibile l’affidamento ad un nuovo gestore del Centro di primo soccorso e accoglienza di Lampedusa (tra 30 giorni) “e’ stato chiesto alla Croce rossa italiana (croce rossa di vergogna – la cui presidente è la zia di Enrico Letta) di rafforzare la sua presenza sul luogo mandandovi un congruo numero di operatori”.

Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano riferendo alla Camera sul trattamento riservato ad alcuni ospiti della struttura. “E’ anche allo studio l’ipotesi, sulla cui percorribilita’ giuridica e’ stata sentita l’Avvocatura dello Stato – ha ricordato il ministro – di far subentrare nella gestione un ente di indiscussa capacita’ e di assoluto prestigio internazionale: ( PRESTIGIO ? SCANDALO CROCE ROSSA/ La Corte dei Conti certifica un buco da 14 milioni DI EURO) : “Manca il controllo”ho gia’ detto pubblicamente che pensiamo proprio alla Croce rossa”.
Per Alfano, “la reazione che e’ seguita all’episodio dimostra non solo che non siamo disponibili a transigere sui principi umanitari e costituzionali ma che nessuna clausola o condizione contrattuale potra’ mai presupporne un affievolimento o una ridotta tutela. E questo e’ un preciso segnale che il governo intende dare all’opinione pubblica italiana, alla comunita’ internazionale e agli stessi operatori del privato sociale a cui oggi lo Stato, all’esito di una gara, affida la gestione dei Centri.

SCANDALO CROCE ROSSA

Al contempo – ha proseguito il ministro – lo Stato non puo’ ritenere che l’intervento di soggetti del terzo settore valga a liberarlo da ogni responsabilita’: al contrario, e’ essenziale che gli organi di governo mantengano sempre di piu’ il pieno controllo delle attivita’ che si svolgono all’interno dei Centri ed e’ mia intenzione monitorare costantemente, in maniera ancora piu’ incisiva, che le effettive condizioni di vita all’interno di queste strutture corrispondano a quelle degli standard internazionali riconosciuti”.
“L’amministrazione dell’Interno – ha concluso Alfano – vede nella massima trasparenza un’opportunita’: abbiamo gia’ dato la piena disponibilita’ all’accesso ai giornalisti al Centro di Lampedusa e non vi e’ stata alcuna esitazione nel dare concerto al recente decreto legge che prevede che il Garante nazionale dei detenuti possa accedere anche ai Centri governativi di trattenimento e soccorso degli stranieri per verificare il pieno rispetto dei loro diritti”. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Lampedusa, Alfano: ho chiesto a Croce rossa di rafforzare la sua presenza”

  1. Ariazz n’altra volta questa mi è nuova qui si fa tutto in famiglia e il ministro Alfano dice di far subentrare nella gestione un ente di indiscussa capacita’ e di assoluto prestigio internazionale: ammazzate ho, addirittura la Corte dei conti ha trovato un buco da 14 Milioni di Euro, basta stasera mi hanno fatto venire il mal di testa e di stomaco questi con i Milioni di Euro ci giocano come quando ero ragazzo con le figurine dei calciatori, moviamoci subito a mandarli via immediatamente prima che ci finiscono a farci morire di crepacuore e di fame.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -