Modena: partito il corteo contro le scie chimiche

scie

21 dic – Un giubbino giallo fosforescente e un modellino di aeroplano: è il kit del complottista tipo che oggi protesta a Modena contro le scie chimiche. Un corteo ha attraversato il cuore della città emiliana per dire basta alle strisce bianche lasciate nel cielo dagli aerei, a detta dei manifestanti, per modificare il clima e condizionare la popolazione.

Secondo la loro interpretazione si tratterebbe delle misteriose tracce che ogni tanto compaiono nel cielo: aerei cisterna privi di riconoscimento rilascerebbero nell’aria fumi composti da metalli pesanti, alluminio, bario e polimeri sintetici, il tutto per modificare il clima e condizionare la popolazione.

E’ una vera e propria mobilitazione quella indetta a Modena dalle sigle “Riprendiamoci il Pianeta – Resistenza Umana”, “Bene Comune”, “Movimento Valori e Rinnovamento” e la “Draco edizioni” specializzata in libri sull’esoterismo, lo yoga e la chiaroveggenza.

Un corteo e un flashmob per dire no alla diffusione delle “temibili” scie chimiche. Con tanto di volantino di presentazione della protesta: “Chi sta spruzzando, che cosa, e perché nei nostri cieli? La Nato e gli Usa devono dirci che cosa stanno facendo a nostra insaputa sulle nostre teste giocando con la nostra salute – aggiunge il manifesto -. Ogni persona di buon senso può osservare il fenomeno delle scie chimiche che vela sempre di più il nostro cielo che una volta era azzurro”.

tgcom



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -