Piazza del Popolo si riempe,”Napolitano dimettiti, è un ordine del popolo”

pop18 dic – “Italia, nazione, rivoluzione”, “Governo illegale, governo criminale”: il primo gridato, il secondo scritto su uno striscione. Sono gli slogan di un gruppo di manifestanti provenienti da Firenze, appena entrati in piazza del Popolo a Roma, dove si sono dati appuntamento i cittadini aderenti al movimento dei forconi.

“Noi vogliamo avere la possibilita’ di decidere, magari di sbagliare di nuovo, ma vogliamo andare a votare perche’ questo sistema non ci piace” sostengono da un gruppo del nord Italia. E subito si accende la discussione tra chi dice “tutti a casa” e chi, pur stanco delle difficili condizioni del Paese, chiede quale sarebbe pero’ l’alternativa.

napo

Un altro gruppo, di giovani, intona l’inno nazionale, grida “siamo pronti alla battaglia” e poi se la prende con cameraman e fotografi colpevoli, secondo loro, di essere “servi del potere”. Piazza del Popolo, intanto, continua a riempirsi di manifestanti, bandiere tricolore e slogan di protesta contro la politica. “Ora basta tutti a casa”, “Ribellarsi e’ un dovere”, “Tutti uniti contro questo Governo ladro. Basta, non possiamo piu’ essere loro sudditi”, “Imprenditori all’osso, operai alla frutta, precari e disoccupati a dieta” sono i piu’ vistosi tra gli striscioni che tappezzano la piazza dove stanno facendo il loro ingresso altri manifestanti che hanno acceso fumogeni con i colori della bandiera nazionale.



   

 

 

1 Commento per “Piazza del Popolo si riempe,”Napolitano dimettiti, è un ordine del popolo””

  1. E’ confortante vedere che molte persone, portate alla disperazione dalla crisi finanziaria progettata apposta dai poteri forti, scende in piazza a protestare. Purtroppo di movimenti scesi inpiazza negli ultimi anni se ne sono visti parecchi, senza poi concludere nulla. Come mi sono già espresso circa un altro articolo, senza una organizzazione strutturata, senza un programma ben definito e chiaro, senza persone dotate di conoscenze economiche, monetarie e spinte da uno spirito nazionalista e antimondialista, per questi movimenti non c’è fututo. Andare a votare per trovare gli attuali partiti, grillini inclusi, è solo una perdita di tempo. La storia ci insegna che il popolo senza un buona guida termina sempre per fallire. Basta pensare a Spartacus il quale, nonostante il suo coraggio, finì per essere crocifisso. La stessa fine la fece nostro Sig. Gesù Cristo, il quale osò scacciare i cambia-valute dal tempio.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -