La Cassazione ci riporta al medioevo: no aggravante per il delitto d’onore

cassazione18 dic – Un padre di religione islamica residente a Milano avrà un nuovo processo d’appello che dovrà stabilire se dovrà essere cancellata l’aggravante dei futili motivi (QUINDI SAREBBERO VALIDI MOTIVI??) nell’ambito del processo per il tentato omicidio della figlia che nel 2011 era stata sorpresa con il fidanzato italiano di origini aretine.

L’uomo è stato condannato a SOLI sette anni di reclusione per il tentato omicidio della figlia all’epoca non ancora maggiorenne ma la Cassazione ha disposto un appello bis perchè “l’imputato ha agito – secondo la sentenza impugnata – perché si è sentito disonorato dalla figlia, la quale non solo aveva avuto rapporti sessuali senza essere sposata e da minore, ma aveva avuto tali rapporti con un giovane di fede religiosa diversa, violando quindi anche i precetti dell’Islam“.



   

 

 

2 Commenti per “La Cassazione ci riporta al medioevo: no aggravante per il delitto d’onore”

  1. Altre persone sono state condannate a pene simili con la motivazione che”non potevano non sapere”,e qui a leggere le”motivazioni”dell’appello c’è da rabbrividire.

  2. ALLORA SE FACCIAMO UN FEMMINICIDIO PERCHE’ SORPRENDIAMO LA NOSTRA DONNA CON L’AMANTE CHE FANNO? CI DANNO UN PREMIO?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -