Disinfezione immigrati: Legacoop rimuove dirigenti del centro di Lampedusa

disinfez18 dic – ”La presidenza di Legacoop Sicilia ha promosso questa mattina l’istituzione di una commissione d’indagine conoscitiva, affidandone la responsabilita’ a LegacoopSociali, sui fatti verificatesi al centro di accoglienza di Lampedusa dopo il video shock trasmesso dal Tg 2”. A darne notizia e’ la stessa associazione del mondo cooperativo. ”La commissione – si legge in una nota diffusa dalla presidenza regionale – si avvarra’ anche dell’apporto di professionisti esterni, per accertare al meglio disfunzioni e responsabilita’. In ogni caso Legacoop Sicilia ha gia’ dato indicazione alle cooperative socie di Lampedusa Accoglienza di rimuovere e rinnovare il management attuale e di avviare immediatamente una migliore organizzazione con altre professionalita”’.

Immigrati, il tedesco Hein (Consiglio rifugiati): fermare aiuti all’Italia

Secondo Legacoop ”comportamenti come questi non sono ammissibili anzi, sono contrari all’etica cooperativa e vanno rimossi e sanzionati”. Nel documento redatto al termine di una riunione dell’organismo dirigente si lancia un invito anche ai governi regionale e nazionale e al mondo associativo. ”Dopo l’indignazione generale davanti alle scene viste in tv di sindaci, prefetti, ministri, associazioni e cittadini, siamo i primi a chiedere che i riflettori sul delicato tema dell’accoglienza dei migranti restino accesi per affrontare alla radice la questione. Non c’e’ alcuna giustificazione per quanto e’ accaduto ma non sottolineare lo stato di assoluta precarieta’ in cui gli operatori del Centro di Lampedusa sono costretti a lavorare dal punto di vista logistico e strutturale, – sottolineac ancora la nota di Legacoop – significherebbe non guardare in faccia la realta’ e limitarsi a gridare allo scandalo”.

Nel frattempo il Commissario europeo agli affari interni, Cecilia Malmstrom, ha denunciato le ”spaventose condizioni” in cui sono costretti i migranti nell’isola di Lampedusa, minacciando ”sanzioni” contro l’Italia. ”Abbiamo aperto un’indagine sulle condizioni spaventose in molti centri di detenzione, tra cui quello di Lampedusa, e non esiteremo ad avviare procedure di infrazione”, ha reso noto la Malstrom in un comunicato. ”L’Unione Europea e’ impegnata ad assistere l’Italia nell’accoglienza dei migranti, ma questo deve essere fatto in condizioni decenti”, ha proseguito la Malmstrom, aggiungendo di aver ”contattato le autorita’ italiane per fare piena luce su quanto accaduto a Lampedusa”. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -