Rifiuti: rivolta anti-Tares a Trapani, sindaco valuta una riduzione

taresTrapani, 17 dic. – “Da 6 ore aspettavamo di incontrarla. Abbiamo dovuto fare la caccia al tesoro per trovarla”. Con queste parole e un applauso di sfida gli “irriducibili” della protesta di piazza che oggi ha infiammato Trapani, stanotte hanno accolto il sindaco Vito Damiano all’uscita del Palazzo di Cavarretta, sede del Consiglio comunale al termine di un confronto con una delegazione di manifestanti. Un centinaio di giovani disoccupati o sottopagati e mogli di cassintegrati in lacrime hanno manifestato i loro disagi e le loro difficolta’ al primo cittadino ribadendo l’indisponibilita’ di pagare la Tares.

“I vostri rappresentanti – ha detto il sindaco – ci hanno spiegato le vostre situazioni di disagio che meritano attenzione. Ma non avevamo bisogno di una protesta cosi’ aggressiva”. Damiano ha infine preannunciato: “Gia’ domani valuteremo la proposta del consigliere di opposizione Enzo Abbruscato (Pd) di rimodulare la Tares al fine di ridurre l’importo dell’imposta.
Un’altra proposta al vaglio e’ quella di dilazionare il pagamento della Tares in 4 rate”. Il primo cittadino ha lasciato la piazza a bordo di un’auto della polizia municipale, scortato da polizia e carabinieri.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -