Ferro e gli altri leaders di se stessi invece che in Vaticano, vadano a Lourdes

manocchia03

FERRO E GLI ALTRI LEADER DI SE STESSI INVECE CHE IN VATICANO VADANO A LOURDES.

“Il popolo della protesta del 9 dicembre non ha nulla a che vedere coi Forconi, Movimento politico siciliano di Mariano Ferro. L’appello: “domenica tutti in Vaticano, il Papa ci ascoltera’”, di Mariano Ferro non ha nulla a che vedere col ‘popolo del 9 dicembre’ che è sceso nelle strade e nelle piazze delle città per reclamare DEMOCRAZIA E SOVRANITA’, GIUSTIZIA E LEGALITA. LAVORO E SVILUPPO”.

Lo dice Armando Manocchia, che in questi giorni a nome del “Movimento dei Presidi del 9 Dicembre”, sulla confusione che regna sovrana, ha tentato di fare chiarezza al fine di “legittimare” chi può e deve “gestire” la protesta. Non è possibile – prosegue Manocchia – continuare a prendere in giro cittadini: gente stanca, stremata, tartassata e vessata fino al punto che non riesce più a mettere insieme il pranzo con la cena.

Lo hanno già fatto e continuano a farlo i nostri governi illegittimi, non democratici, incostituzionali vassalli della Troika asserviti al NWO, non hanno certo bisogno che altri sfigati senza ne arte ne parte si arroghino il diritto di “guidare” una rivolta popolare come questa. Non è consentito a nessuno – continua Manocchia – prendere in giro coloro che davvero credono che attraverso una protesta civile, pacifica, si possa ripristinare la DEMOCRAZIA e la SOVRANITA’ cambiando questa “classe dirigente” di ladri e di corrotti.

Inoltre, non possiamo, nella maniera più assoluta, permettere a questi pseudo leader di se stessi, senza un mandato, senza legittimazione alcuna da parte del popolo della protesta, ed in modo del tutto arbitrario e auto referenziale – quindi non solo in maniera non democratica, ma soprattutto in contraddizione con lo spirito della protesta che reclama il ritorno alla democrazia e alla sovranità – si autoproclamino leader e/o portavoce del popolo della protesta girando l’Italia in lungo e in largo ( ci chiediamo con quali soldi, visto che nessuno di loro lega i cani con la salsiccia), frequentando studi televisivi per dire tutto e il contrario di tutto o per parlare di “colpi di Stato” e/o fare deliranti dichiarazioni antisemite.

Basta! A Ferro, ma anche agli altri politici apprendisti, invece di andare in Vaticano, consigliamo loro di andare a Lourdes, con l’augurio che possa essere piu’ efficace in modo da scendere dal quel piedistallo sul quale sono saliti e rimettano i piedi per terra, riacquistino il senno, il lume della ragione e accettino il nostro suggerimento di creare un “tavolo di coordinamento” eletto dai rappresentanti della base, del popolo dei Presidi del 9 Dicembre con l’obiettivo di sgombrare il campo da equivoci, malafede, strumentalizzazioni e appetibili proposte che arrivano loro da ogni dove e parlare con una voce sola democraticamnete eletta.



   

 

 

3 Commenti per “Ferro e gli altri leaders di se stessi invece che in Vaticano, vadano a Lourdes”

  1. E cosa dire? Se non essere in modo assoluto e inequivocabile d’accordo con lei Direttore Manocchia!!!

  2. Totalmente d’accordo con Armando Manocchia;evidentemente qualcuno si è dimenticato il motto”divide et impera”,che tanto fa comodo al nostro pseudo-governo!

  3. Sono pienamente d’accordo con il sig. Armando Manocchia, mi sorge un dubbio non è che chi oggi cominciano a tirarsi indietro non fossero degli i……..i! mi fermo qui in quanto posso uscire dai binari in quanto incazzatissimo con questi governanti e di conseguenza vorrei mangiare anche io il panettone a casa mia.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -