Per alleggerire il canile comunale nasce il “cane di quartiere”

randagi15 dic – Non più randagio, ma ‘cane di quartiere’: la nuova qualificazione è stata ideata a Brindisi per alleggerire il canile comunale sovraffollato. Nel regolamento della struttura municipale che ospita gli animali accalappiati in strada, approvato il 13 dicembre in commissione consigliare, c’è un punto in cui viene regolata la procedura di riconoscimento dello status di ‘cane di quartiere’, che potrà essere liberato sul territorio una volta attivate procedure per la salvaguardia del suo benessere. ansa



   

 

 

1 Commento per “Per alleggerire il canile comunale nasce il “cane di quartiere””

  1. Con tutto il rispetto per gli amici a quattro zampe, questa è una castronata vera e propria il cane è sempre un cane, può essere docile e equilibrato ma è sempre un animale ma non leggete le cronache quanti bambini sbranati persone azzannate dai propri cani, figuriamoci il cane randagio o come lo chiamte voi di quartiere il cane deve essere seguito da una sola persona che lo accudisce punto.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -