Papa: “Io marxista? Non mi sento offeso. La politica è nobile, una delle forme più alte di carità”

papa15 dic – Marxista? Papa Francesco, intervistato dalla ‘Stampa’, assicura di “non sentirsi offeso” per l’accusa rivoltaglia dagli ambienti ultraconservatori del Tea Party americano. Però tiene a specificare: “L’ideologia marxista è sbagliata”, anche se “nella mia vita ho conosciuto tanti marxisti buoni, come persone”.

Quanto alle parole forti espresse nella sua esortazione apostolica ‘Evangelii Gaudium’ contro “l’economia che uccide”, il Papa ricorda che “nell’esortazione non c’è nulla che non si ritrovi nella dottrina sociale della Chiesa. Non ho parlato da un punto di vista tecnico; ho cercato di presentare una fotografia di quanto accade”.

Francesco osserva che la sua unica “citazione specifica è stata per le teorie della ‘ricaduta favorevole’, secondo le quali ogni crescita economica favorita dal libero mercato riesce a produrre di per sé una maggiore equità e inclusione sociale nel mondo. C’era la promessa che quando il bicchiere fosse stato pieno, sarebbe trasbordato e i poveri ne avrebbero beneficiato“.

Invece, sottolinea Bergoglio, “accade che quando è colmo, il bicchiere magicamente si ingrandisce e così non esce mai niente per i poveri… Ripeto: non ho parlato da tecnico, ma secondo la dottrina sociale della Chiesa. E questo – ribadisce il Papa – non significa essere marxisti”.

“Il rapporto tra la Chiesa e la politica deve essere allo stesso tempo parallelo e convergente”, afferma poi, spiegando: “Parallelo, perché ognuno ha la sua strada e i suoi diversi compiti. Convergente, soltanto nell’aiutare il popolo”.

Infatti, avverte Jorge Mario Bergoglio, “quando i rapporti convergono prima, senza il popolo o infischiandosene del popolo, inizia quel connubio con il potere politico che finisce per imputridire la Chiesa: gli affari, i compromessi… Bisogna procedere paralleli, ognuno con il proprio metodo, i propri compiti, la propria vocazione. Convergenti – ribadisce il Papa – solo nel bene comune”.

Per il resto, Francesco sottolinea che “la politica è nobile, è una delle forme più alte di carità. La sporchiamo quando la usiamo per gli affari. Anche la relazione fra Chiesa e potere politico può essere corrotta, se non converge soltanto nel bene comune”.



   

 

 

1 Commento per “Papa: “Io marxista? Non mi sento offeso. La politica è nobile, una delle forme più alte di carità””

  1. Nobile? ……..e allora credo sia giusto dire noblesse oblige ……….non a caso fruiscono entrambi ( politica e chiesa ) di finanziamento pubblico …….

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -