Natale in India per i marò, le famiglie andranno a trovarli

maro-india

14 dic. –  – Sarà un Natale da ‘trattenuti’ in India per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due fucilieri di Marina accusati di aver ucciso due pescatori indiani durante un’attività antipirateria. Al momento non sono previste ‘licenze’ speciali da parte della magistratura indiana come quella che, il 22 dicembre dello scorso anno, consentì ai due marò di trascorrere il periodo festivo a casa. Molto probabilmente, a meno di sorprese dell’ultim’ora, saranno quindi le famiglie dei due militari a recarsi in India per trascorrere il Natale con i loro cari.

Paola Moschetti, compagna di Massimiliano Latorre e la moglie di Salvatore Girone, Vania, mantengono l’atteggiamento di cautela e prudenza sempre mostrato in tutti questi mesi di odissea giudiziaria, parlando di “situazione in stand-by”. Una conferma arriva invece da Staffan de Mistura, inviato speciale del governo. “Le famiglie sia di Massimiliano Latorre che di Salvatore Girone andranno in India. Saranno molti -dice all’Adnkronos- i membri delle loro famiglie che li raggiungeranno, affinché sia un vero Natale in famiglia. La partenza è prevista la prossima settimana”.

De Mistura non accompagnerà nel viaggio i parenti dei marò: “non ritengo che sia giusto che io sia lì quando già ci sono le loro famiglie, anche perché in questo momento non c’è un’attività giudiziaria specifica. Sono sempre in contatto con i due marò e sono sempre più impressionato ed ammirato dalla loro maturità e dalla loro determinazione ad affrontare questa prova insieme all’Italia”. Quanto alle prossime tappe di questa lunghissima vicenda giudiziaria, “il giudice ha detto che esaminerà il rapporto della Nia l’8 gennaio”. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -