Porcellum bocciato: M5S “siamo illegittimi”. Boldrini: “no, siamo regolari”

boldrini5 dic. – Si riaprono i lavori in Aula e scoppia la bagarre alla Camera dopo la decisione di ieri della Consulta. Da piu’ parti si levano voci sulla reale legittimazione del Parlamento, dopo la sanzione sulla legge elettorale, e Laura Boldrini, tra urla e interventi incrociati, leva la sua voce e chiarisce che “la Camera e’ pienamente legittima a legittimata a operare”. E’ la replica al 5 Stelle Tofalo che denuncia “siamo tutti illegittimi”, in un clima acceso dall’ennesima lite di ieri in Aula tra Pd e M5s, con i grillini che avevano occupato i banchi del governo. Ieri la Consulta ha ‘spazzato’ via il ‘Porcellum’: secondo i supremi giudici, sia il premio di maggioranza previsto per Camera e Senato, sia l’esclusione del voto di preferenza violano la Costituzione.

I deputati grillini sono pronti a dimettersi dalla Camera. Lo ha assicurato il capogruppo M5S Alessio Villarosa, parlando a Skytg24 in piazza Montecitorio subito dopo aver lasciato con tutto il gruppo M5S i lavori dell’assemblea per non aver ottenuto la riunione da loro richiesta della Conferenza dei capigruppo.

“M5S – ha argomentato il capogruppo grillino a Montecitorio- vuole fare la sua parte per cambiare la legge elettorale ma tutti gli altri no: mentono. Avevamo chiesto la riunione della Capigruppo per calendarizzare subito alla Camera il ritorno al Matterellum e rimandare subito dopo il Paese a votare al più presto con una nuova legge elettorale dopo che la Corte Costuzionale ha dichiarato illegittima l’attuala, ma ci hanno detto di no. Qui siamo tutti illegittimi. Noi siamo pronti a dimetterci”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -