Ucraina: manifestanti (forze UE) bloccano gli ingressi alla sede del governo

Ukraine EU2 dic – I manifestanti hanno bloccato tutte le entrare della sede del governo ucraino. Lo riferisce l’agenzia di stampa russa Itar-Tass, precisando che migliaia di dimostranti pro Ue hanno circondato il perimetro dell’edificio governativo a Kiev, senza consentire l’accesso alla struttura.

In seguito allo sciopero generale annunciato nel Paese, i manifestanti hanno esortato i membri del gabinetto ad “andare a casa”. Precedentemente, l’ex ministro dell’Interno, Yuri Lutsenko, ha invitato i dimostranti a protestare solo davanti al palazzo del governo, senza coinvolgere anche quello presidenziale.

Mentre continuano le manifestazioni e le proteste iniziate nei giorni scorsi, dopo il rifiuto del presidente filorusso Viktor Yanukovich di firmare l’accordo di associazione con l’Unione Europea, l’Ue potrebbe decidere sanzioni contro “persone specifiche colpevoli di uso eccessivo della forza a Kiev”. La questione, ha rivelato una fonte diplomatica europea, citata dall’agenzia di stampa Itar-Tass, potrebbero essere affrontata nella prossima riunione dei rappresentanti permanenti a Bruxelles (Coreper) in programma mercoledì.

“I Paesi Ue – ha detto – stanno seguendo gli sviluppi con ansia, le autorità non dovrebbero permettere un uso eccessivo della forza contro i cittadini che esprimono le proprie posizioni nelle strade della capitale”. E, ancora, la fonte ha ricordato che i 28 “hanno assunto una posizione neutrale, ma ritengono che quelli responsabili per l’uso eccessivo della forza debbano essere puniti. Se questo non verrà fatto dalla leadership del Paese, l’Ue ha a disposizione le proprie risorse, inclusa la possibilità di introdurre il divieto di ingresso nei Paesi europei”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -