Allagamenti, Coldiretti: nelle campagne e’ calamita’

allagam2 dic. – Centinaia di piante dei vivai sono state spazzate via dalla piena del fiume Tesino nelle Marche ma nelle regioni colpite dal maltempo si segnalano ovunque aziende allagate, raccolti distrutti, alberi divelti, serre scoperchiate e strade interpoderali interrotte per effetto delle precipitazioni violente e del vento forte che ha colpito duramente l’agricoltura.

E’ quanto emerge dal primo monitoraggio sugli effetti del maltempo della Coldiretti che chiede di avviare le procedure per verificare se esistano le condizioni per la dichiarazione dello stato di calamita’ nei territori colpiti. La rottura degli argini dei fiumi dalle Marche alla Basilicata hanno allagato decine di migliaia di ettari di terreno. La situazione – sottolinea la Coldiretti – e’ preoccupante con interi raccolti di ortaggi invernali come cavoli, verze, cicorie e broccoli che sono andati perduti ma si registrano anche danni a strutture aziendali, in particolare a serre e vivai, mentre nei terreni allagati non e’ possibile effettuare le tradizionali semine autunnali. La stessa circolazione nelle campagne – conclude Coldiretti – e’ bloccata con strade interpoderali che sono state chiuse e in alcune zone si consiglia di evitare di passare in tratti e strade di campagna invase dalle acqua. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -