Spagna: si instaura ufficialmente la dittatura

spagna30 nov- Offendere la Spagna, le sue Comunità autonome, simboli (come l’inno nazionale) o istituzioni potrà costare da mille a 30 mila euro. Lo prevede il progetto di legge sulla protezione della sicurezza cittadina approvato oggi dal governo. Queste tipo di offese rientrano fra le 21 infrazioni ritenute “molto gravi” e saranno multate se non manifestate in modo da essere catalogate come reato penale. Riguardo alle manifestazioni sportive, fischiare l’inno nazionale – ha spiegato il ministro degli Interni, Jorge Fernández Díaz – rientra già nella legislazione contro la violenza, il razzismo, la xenofobia e l’intolleranza sportiva.

Quindi è già reato penale. Il disegno di legge sulla sicurezza nelle città prevede 21 misure molto gravi, con multe da 20 mila a 400 mila euro per manifestazioni non autorizzate o diffusioni di immagini di agenti di polizia. Il progetto di legge, presentato dal ministro dell’Interno, José Fernandez Diaz, è stato contestato duramente dalle opposizioni e dalle associazioni, ed è stato oggetto di numerose manifestazioni di protesta che hanno indotto il Governo ad abbassare le multe, previste inizialmente tra i 30 mila e i 60 mila euro. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -