Berlusconi decaduto, sostenitori davanti a Palazzo Grazioli accendono le candele

berlu227 nov. – Silvio Berlusconi non e’ piu’ senatore, ma assicura e promette ai suoi sostenitori riuniti in via del plebiscito: “Oggi e’ un giorno amaro, un giorno di lutto per la democrazia”, ma “andiamo avanti, andiamo avanti”.
“Non ci ritireremo in qualche convento, noi stiamo qui. Restiamo qui e resteremo qui”.

Proprio mentre al Senato l’aula vota la sua decadenza da senatore, il leader di Forza Italia, che da ieri non sostiene piu’ il governo, contesta la sentenza che lo ha condannato, l’iter adottato dal Senato e rilancia la sua azione politica, mentre i capigruppo di Fi chiedono al Capo dello Stato di essere ricevuti per “affrontare il delicato momento”. “Per portarmi al voto che si sta consumando ora” al Senato “hanno calpestato la legge”, ha detto accusando la sinistra: “Oggi brindano perche’ mi hanno portato, a me che mi ritengono il loro nemico, davanti al plotone di esecuzione”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -