La Cgil apre sportello a Tunisi per chi vuole immigrare in Italia: Lega Nord all’attacco

cgil26 nov – La Cgil ha aperto uno sportello a Tunisi, scrive Libero, per dare ai lavoratori del nord Africa tutte le indicazioni su come immigrare regolarmente in Italia.

L’iniziativa è stata presentata qualche giorno fa da Inca (la rete dei patronati rossi all’estero) e Flai (la federazione dei lavoratori Agro-Industria). L’obiettivo è nobile: combattere le illegalità e favorire una migrazione consapevole, come spiega il sindacato. Il progetto è destinato ai lavoratori del Nord Africa che vorrebbero trovare lavoro in Italia.

Il leghista Matteo Salvini va all’attacco: “Voglio sapere quanto costa alla collettività questa iniziativa perché i sindacati percepiscono contributi pubblici e voglio sapere come vengono spesi questi soldi. Ma, seppure l’operazione fosse a costo zero è assurdo in un momento in cui l’agricoltura è in crisi incoraggiare l’arrivo di nuovi immigrati”.

Pronta la replica della Cgil: “Il nuovo sportello non implica nuove spese. La sede Inca di Tunisi è storica e non fa che offrire un servizio in più”. Inoltre il servizio ha la funzione di evitare che altri migranti cadano nella rete dei nuovi trafficanti di schiavi.

Salvini non vuole sentire ragioni: “Mi chiedo come la pensano di questa iniziativa gli iscritti alla Cgil che non hanno un lavoro. In Italia non c’è spazio per un tunisino in più. Forse la Cgil cera nuovi iscritti in Africa”.

today.it



   

 

 

3 Commenti per “La Cgil apre sportello a Tunisi per chi vuole immigrare in Italia: Lega Nord all’attacco”

  1. Ma ha ragione Salvini, ma come, il ministro del lavoro dice basta ai flussi migratori perchè in Italia NON C’E’ PIù LAVORO, e questi apro uno sportello finanziato con i NOSTRI SOLDI? Ma dal profondo del mio cuore tutti i sindacati possono andare a….

  2. In Italia , nessuno si tessera più con la CGIL ? E allora perchè non andare a cercare tessere in Africa che conta un miliardo di abitanti . Oggi purtroppo in Italia é diventato difficile tesserare anche i morti .

  3. Che schifo! Presentate i vostri libri contabili e pagate le tasse, illudere per un posto di lavoro che non c’è è una truffa. Fate proprio SCHIFO!!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -